Consegna gratuita a partire da 150€ di acquisto

Come funziona il processo di guarigione?

Come funziona il processo di guarigione?


Che sia chirurgica o accidentale, una ferita comporta necessariamente un processo di guarigione più o meno lungo. I tessuti danneggiati devono rigenerarsi per consentire alla pelle di riacquistare la sua funzione e preservare l'organismo dai rischi di aggressioni esterne e infezioni.

La posizione della ferita, la presenza o meno di un corpo estraneo, la natura della ferita, ma anche il paziente stesso, hanno un impatto diretto sul processo di guarigione e ne determinano la durata.

Le soluzioni naturali possono aiutare a promuovere la rigenerazione dei tessuti e a migliorare il processo di guarigione. Ne parliamo in questo articolo.

Sintesi dell'articolo

Che cos'è una cicatrice?

La cicatrice è la parte visibile che segna il ricostruzione della pelle dopo un incidente o un intervento chirurgico. Si è formata una ferita nella pelle che interessa l'epidermide e il derma; questa ferita profonda provoca una lesione cutanea.

Il ruolo di barriera protettiva per il corpo Non essendo più sicura, la pelle si rigenera rapidamente e si richiude. Questo processo estremamente complesso coinvolge una moltitudine di cellule e messaggeri che seguono uno schema molto specifico. Il tessuto cicatriziale si sviluppa e collega i bordi della ferita per chiudere la lesione. Questa ricostruzione lascia un segno di solito di colore più o meno chiaro, la cicatrice.

Come funziona il processo di guarigione?

Il processo di cicatrizzazione segue uno schema specifico che inizia al momento della lesione. Si mette quindi in moto un meccanismo complesso, di durata variabile, che segue le seguenti fasi:

  • La fase di dissuasione : Fin dai primi secondi, il flusso sanguigno cambia per attivare il processo. Inizialmente, la dilatazione dei tessuti favorisce la permeabilità vascolare. Poi i vasi sanguigni si contraggono e l'azione delle piastrine permette la formazione di coaguli per limitare la perdita di sangue. La ferita viene quindi pulita e liberata da tessuti morti, germi e altri batteri. La ferita si arrossa, la temperatura locale aumenta, l'area si gonfia ed è dolorosa. Questa prima fase dura in media da 1 a 4 giorni.
  • La fase di gemmazione: In questa fase, i tessuti connettivi compaiono e producono grandi quantità di collagene, elastina e altri elementi tissutali per ricostruire il derma. Allo stesso tempo, all'estremità dei capillari danneggiati si formano delle gemme. Sono queste gemme a dare il colore rosso alla ferita. Questa nuova fase dura diversi giorni, fino a quando il tessuto cicatriziale non chiude completamente la ferita, in media una decina di giorni.
  • La fase epidermica : il tessuto connettivo è completo, la ferita si contrae e si chiude, lasciando una cicatrice primaria, di colore simile a quello della pelle. Il processo di guarigione si completa circa 21 giorni dopo la lesione.
  • Una fase aggiuntiva permette di formare una cicatrice permanente. I bordi della ferita continuano a chiudersi, la cicatrice diventa più morbida e liscia. Sono necessari da 6 mesi a un anno perché la cicatrice maturi completamente. Questo processo può essere compromesso quando una particolare patologia ostacola la guarigione.

Patologia cicatriziale, quando i tessuti faticano a ricostruire se stessi

Il processo di rigenerazione dei tessuti può variare e dare origine a diversi tipi di cicatrici:

  • Cicatrici cosiddette "normali": Nel processo di guarigione standard, la cicatrice è pulita e leggermente più chiara o più scura della pelle.
  • Cicatrice ipertrofica : La cicatrice è grande e in rilievo, spesso rossa o viola e dolorosa. La fase infiammatoria della guarigione era troppo importante. Sono necessari da alcuni mesi a diversi anni perché la cicatrice riacquisti un aspetto più standard. Rimarrà comunque più spessa e più larga.
  • Cicatrice cheloidea : Il loro aspetto ricorda spesso quello di una cicatrice ipertrofica. Tuttavia, sono più grandi della ferita. L'eccessiva formazione di collagene è la causa di questa anomalia durante il processo di guarigione. Spessa e antiestetica, può essere dolorosa e pruriginosa.
Alleviare i dolori articolari con i cerotti STIMCARE

È sufficiente applicare la patch seguendo i nostri video tutorial, disponibili a partire da qui per guidarvi in ogni fase.

Se avete domande sull'applicazione del cerotto, inviate la vostra richiesta a sante@stimcareonline.com. Un terapeuta addestrato e certificato nell'applicazione dei cerotti STIMCARE è a disposizione e si prenderà il tempo necessario per rispondervi.

Come si può favorire il processo di guarigione?

Come abbiamo visto in precedenza, il processo di guarigione richiede tempo e questo è normale. Ecco alcuni consigli per favorire la guarigione delle ferite a lungo termine.

  • Bromelina: alcuni nutrienti naturali possono aiutare a stimolare il processo di guarigione. Questo vale in particolare per la bromelina, un principio attivo estratto dall'ananas e noto per le sue proprietà curative.
  • Creme anti-UV: il sole è un rischio reale per le cicatrici, può compromettere il processo di guarigione e causare iperpigmentazione. L'uso di creme solari ad alto fattore di protezione aiuta a preservare le cicatrici sia in estate che in inverno.
  • LCerotti STIMCARE Al termine del processo di guarigione, circa un mese dopo la lesione o l'intervento chirurgico, il cerotto può essere applicato direttamente sulla cicatrice. L'azione degli ossidi minerali stimola quindi la microcircolazione sanguigna. Le terminazioni nervose in direzione della cicatrice si riattivano e inviano nuovamente informazioni al cervello.
    La colorazione si attenua e il rossore si attenua. Le cicatrici, anche quelle molto vecchie, perdono spessore e acquistano mobilità. Si nota una vera e propria liberazione delle aderenze, tutti i piani dei diversi tessuti tornano ad essere elastici e le tensioni insite nel processo di guarigione vengono alleggerite.
    I cerotti STIMCARE bloccano anche tutti i raggi UV, in modo da proteggere completamente la cicatrice.

Istruzioni per l'uso: Coprire l'intera superficie della cicatrice e contare da 1 a 4 mesi di patch consecutivi, a seconda dei casi, per vedere un miglioramento estetico e "meccanico".

È possibile tenere il cerotto fino a 15 giorni, poiché l'efficacia del cerotto sulle cicatrici è più lunga.

La cicatrizzazione è un processo complesso e le soluzioni naturali possono aiutare a sostenere il processo. I cerotti STIMCARE aiutano a ottenere una cicatrice sana, morbida e non dolorosa.

Altri articoli

Salute

Nevralgia cervicobrachiale, tutto sulla "sciatica del collo".

Comunemente nota come "sciatica del collo" o "sciatica del braccio", la nevralgia cervicobrachiale colpisce le vertebre cervicali e provoca un dolore che inizia dal collo e si irradia lungo il braccio.

La nevralgia cervicobrachiale è molto dolorosa e difficile da affrontare quotidianamente e può causare disturbi del sonno.

Che cos'è la nevralgia cervicobrachiale, da dove proviene il dolore e come possono le soluzioni naturali e facili da applicare aiutarvi a ritrovare un sonno ristoratore? Ne parliamo in questo articolo.

Salute

Che cos'è la nevralgia intercostale?

La nevralgia intercostale è un forte dolore lungo le costole, causato dall'infiammazione o dal danneggiamento dei nervi intercostali. Quando il disagio si manifesta nel petto, è facile pensare a un problema cardiaco o polmonare, ma anche i nervi intercostali possono esserne la causa.

Solo un medico è in grado di valutare la localizzazione della patologia. Se conferma che è parietale e coinvolge solo la parete toracica, l'obiettivo principale sarà la gestione, in quanto questa condizione non è generalmente grave.

La buona notizia è che esistono soluzioni naturali ed efficaci per lenire i disturbi intercostali e riacquistare la libertà di movimento. Ne parliamo proprio qui.